Categorie
Senza categoria

THE SANDMAN: RECENSIONE PRIMA STAGIONE

Recensione nel tempo di un caffè

The Sandman è una serie Netflix Creata da Neil Gaiman, David S. Goyer, Allan Heinberg, Basato sull’omonimo fumetto della DC Comics.

Questa è una di quelle serie tv che doveva uscire da anni ma non ha mai trovato spazio produttivo, nessuno che ne avesse il coraggio, ci sono già stati degli spin-off di questo universo narrativo, come il film Costatine, oppure la serie Lucifer. The Sandman parla di un mondo dove l’astratto diventa concreto e reale, un universo dove gli eterni sono le nostre credenze e in nostri miti. Così veniamo traspostati nel mondo di Morfeo il protettore del reame dei sogni, interpretato da un bravissimo Tom Sturridge. La trama della serie è come se fosse spezzettata in piccole storie che hanno come solo filo conduttore le avventure di Morfeo che si muove tra il mondo dei vivi e quello dei sogni. La storia parte con lui che viene imprigionato per 100 anni, e al suo ritorno nel reame nulla è più come prima e deve sistemare alcune cose. Deve anche recuperare alcuni amuleti che gli servono per il suo lavoro.

The Sandman ha dei ritmi lenti ma adeguati a tutta la situazione, la parlata di Morfeo è precisa, scandita e con un linguaggio forbito e colto. Non ha mai fretta, tanto da apparire distratto e ancora un po’ ingenuo, nonostante la sua vita eterna. Episodio dopo episodio c’è un’evoluzione del personaggio che ondeggia tra l’empatia e l’apatia più totale. All’interno del film ci sono concetti molto profondi, in un episodio c’è un confronto diretto con una della sua famiglia, sua sorella Morte (Kirby Howell-Baptiste). C’è un’ottima profondità, una delicatezza a raccontare un argomento molto tosto e fragile. Anche l’amicizia è ben risaltata in alcuni frangenti della serie.

Questa è un’ottima serie, visivamente una delle più belle di Netflix, e con una trama che convince dell’inizio alla fine, a parte qualche scelta un po’ inutile, in perfetto stile della piattaforma. Una serie molto dinamica con molti personaggi e interazioni, anche se con poca azione ti tiene facilmente incollato allo schermo. Ho visto modernità nel cast e in certe scene, ma di per sé, mi ha ricordato una serie con ritmi anni 90, più precisa e delicata in alcuni frangenti, poco rumorosa e sempre in movimento.

Ovviamente ci sarà sempre un blocco accanito di fan pronti a criticarla, però penso che sia davvero bella come serie tv, coinvolgente al punto giusto, piacevole da guardare e con personaggi che facilmente ti conquistano. Se devo fare un appunto sul cast, non mi è piaciuta la scelta di Lucifer. Volevo Tom Ellis, già protagonista della serie, invece hanno scelto Gwendoline Christie (Brienne del Trono di spade). Sono scelte forzate, che tolgono il clamore e la forza di alcune scene. Un altro difetto è che nel complesso Morfeo appare un po’ troppo stupido e perso, non dà mai la sensazione dei suoi veri poteri. Bello il finale che prospetta una seconda stagione davvero molto interessante.

Categorie
Quattro Chiacchiere

THE SANDMAN: NUOVA SERIE TV NETFLIX IN ARRIVO

QUATTRO CHIACCHIERE: The Sandman, serie Netflix tratta da una famosa Graphic novel, l’uscita del trailer scatena molta curiosità.

Ultimamente Netflix sta riprendendo quota con prodotti di qualità e progetti ambiziosi, il trailer di The Sandman è potente, d’impatto e ci mostra subito la qualità degli scenari e della fotografia di questa serie. Dopo l’uscita della quarta stagione di Stranger Things, si è finalmente capito il potenziale della piattaforma che finalmente ha alzato il budget delle proprie produzioni oltre agli abbonamenti.

The Sandman si adatta subito ad una diversa tipologia di pubblico, perché si nota fin da subito che è una Graphic Novel di livello, con personaggi davvero curiosi, l’intangibile diventa tangibile e concreto e si può toccare con mano, rappresentato dalle persone. Dai sogni, alla morte, allo stesso Lucifer già visto in una serie tv tratta da questi fumetti.

Neil Gaiman autore della Graphic Novel, parla di questa serie con entusiasmo e di come sia stato difficile negli anni portarla su schermo, finalmente grazie a Netflix ci è riuscito e assicura che i fan non resteranno delusi, ma anzi si stupiranno della qualità e della bellezza di questo prodotto. Parole di convenienza, ma il trailer ci mostra davvero qualcosa che sembra promettere bene. Visivamente, voglio esagerare ma questo trailer mi ha stupito di più de “il signore degli anelli” di Amazon.

Seguendo la logica, è un’epopea ai limiti dell’impossibile da adattare, stracolma di ambientazioni iconiche e viaggi onirici, personaggi bizzarri incredibilmente carismatici e messaggi non sempre semplici da veicolare a parole o immagini. Però allo stesso tempo, potrebbe essere l’inizio di una nuova era per questo tipo di serie tv, proprio come lo fu il fumetto a suo tempo.

Sogno/Morfeo è interpretato da Tom Sturridge, già dal Trailer di può notare la cura del dettaglio, con un personaggio davvero azzeccato e che trasmette già emozioni senza parlare, c’è qualcosa di epico e sembra davvero che la produzione abbia fatto i giusti sforzi per questa importante e complessa trasposizione. Sogno prigioniero per anni si libera e deve rimettere in sesto il suo “regno” che perde a poco a poco i pezzi senza la sua presenza, questa essenzialmente la log line della serie.

In The Sandman ci sono molti personaggi?

Si, ci sono molti personaggi e sono tutti ben caratterizzati e complessi, anche per questo dietro a questa serie c’è un lavoro enorme di equilibrio e di coordinamento per cercare di dare la giusta importanza a tutti ed esprimere tutto il loro carattere, a volte bizzarro. Molti hanno ruoli onirici, astratti, ma che in questa serie diventano tangibili il protagonista è il sovrano e custode dei sogni, si confronterà con la morte, con lucifero (che non è lo stesso interprete della serie), con desiderio. Una serie con location davvero molto complesse, ampie e articolate, ma che dal trailer sembrano davvero belle, curate e di ottimo livello visivo. Forse uno dei trailer meglio riusciti di Netflix, capace di creare stupore e curiosità, ma anche di far riconoscere fin da subito la qualità delle immagini.

Le premesse sono buone, non ci resta che aspettare il 5 agosto per vedere il risultato di questo ambizioso progetto targato Netflix e Gaiman.