JURASSIC WORLD – IL DOMINIO: LA RECENSIONE, TUTTO TROPPO PARADOSSALE

Recensione nel tempo di un caffè

Jurassic World – Il Dominio è un film del 2022 diretto da Colin Trevorrow, ultimo capitolo della saga Giurassica, con una reunion di tutti i personaggi. Il film per la prima volta, ci mostra un mondo ormai invaso da dinosauri che devono convivere con gli esseri umani.

Questo film doveva essere un apice di emozioni, tra ricordi e novità, azione e dinosauri sempre meglio strutturati e curati nei dettagli, una conclusione che dava giustizie a quella che è diventate una delle saghe più iconiche del mondo del cinema.

Un terzo capitolo della nuova trilogia che doveva riprendersi dal disastro del secondo film, davvero troppo azzardato e senza senso. In questo si cerca di aggiustare il tiro, ma non si riesce a non esagerare. Un film che appare paradossale fin dalle prime scene, con dinosauri sparsi per tutto il mondo che convivono beatamente con gli esseri umani e gli altri esseri viventi. Mettendo in pericolo la vita e la quotidianità delle persone. Tutto questo passa in secondo piano, viene vista come normalità e come cosa inevitabile.

Il Villain è uno scienziato pazzo che assomiglia un po’ a Steve Jobs e Mario Giordano, e che non si capisce mai quale sia il suo vero obiettivo, forse i soldi o il potere, non è dato sapere. Capo di un’azienda di ricerca, fa esperimenti sui dinosauri per cerca cure e soluzioni per il futuro dell’umanità. Ovviamente è pazzo e sta per distruggere tutto il mondo con delle super locuste giganti.

Nel complesso questo film sembra un insieme di scene ed episodi messi insieme con del nastro adesivo, ci sono molte scene forzate che non portano a nulla e i personaggi non sembrano mai essere convinti di quello che stanno facendo. Si vede il contrasto tra la scrittura realistica del primo capitolo e il blockbuster dei nuovi, con super uomini che non muoiono mai. La reunion non funziona, ma anzi, appare noiosa e banale e non trasmette nessuna emozione se non in qualche piccolo frangente. Belle alcune inquadrature e alcuni riferimenti ai vecchi film.

Il parco è uscito fuori e si vede, infatti il film sembra tutto un grande parco giochi, con dinosauri un po’ ovunque, addestrati affamati, che cambiano dimensioni in ogni scena, diventano più grandi e più piccoli a seconda delle necessità. Nuove specie, dinosauri piumati e nuove spiegazioni scientifiche e non per risolvere alcuni dubbi del secondo capitolo.

Questo film poteva essere un riscatto, invece non è altro che un ennesimo capitolo estremamente forzato in ogni suo aspetto, nuovi e vecchi attori che si incontrano ma che mostrano solo l’enorme contrasto tra passato e presente. Alan Grant (Sam Neil) paleontologo, studioso, personaggio molto realistico e perfetto per essere inserito nel film, in contrasto con il nuovo protagonista Owen Grady (Chris Pratt) che sembra un supereroe, un soldato che alleva Raptor e non muore mai. Poi c’è Ellie Sattler (Laura Dern) anch’essa scienziata, preparata e perfetta per il film, totalmente diversa da Claire Dearing (Bryce Dallas Howard) che nel primo era imprenditrice gestionale e adesso non si capisce quale sia il suo ruolo nella vita. Poi c’è Ian Malcom (Jeff Goldblum) che sembra un po’ quello del primo film e po’ quello del secondo, un mix di carattere che ci confonde.

I dinosauri man mano smettono di essere protagonisti, si danno per scontati e non ci fanno più paura perché sappiamo già il destino dei protagonisti. Annullato completamente il sangue dal film e ci viene mostrata davvero pochissima violenza, rendendo i dinosauri dei grossi pupazzi che corrono e si mordono e basta. Tutto ovattato, buono e prevedibile, non ci sono colpi di scena e la trama è chiara e semplice e non convince mai.

Purtroppo è difficile dare un giudizio positivo a questo film, che appare davvero un po’ troppo piatto senza picchi di emozioni, belle scene, belle scenografie e qualche ottima scena di azione, ma nulla di più, tutto rimane dall’inizio alla fine estremamente paradossale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: