PABLO ESCOBAR – IL FASCINO DEL MALE: UN TENTATIVO DI CARICARE L’ONDA DELLA SERIE “NARCOS”.

Recensione nel tempo di un caffè

Ho deciso di guardare questo film che ho trovato sul catalogo Amazon Prime video, avevo la curiosità di vedere se era all’altezza di altri film tratti da storie vere che Hollywood sforna in continuazione e che sono di ottima qualità.

Questa è una produzione spagnola che pur provando ad usare i suoi due attori più famosi o quasi, si percepisce fin da subito la debolezza del film, sia per scenografie che per la fotografia o i costumi.

Fernando Leon De Aranoa dirige comunque il film con un bello stile, le riprese mi hanno convinto forse più di tutto il resto, anche se lo trovato forse un po’ troppo confusionario, forse perchè raccogliere la vita di Pablo Escobar in 120 minuti non era così facile.

Il film è evidente che prova a cavalcare l’onda del successo della serie Netflix “Narcos”, ma in questo modo i paragoni sono inevitabili e forse penalizzano un po’ troppo il film, che nel complesso non è poi così male.

Javier Bardem nei panni di Escobar convince ma non del tutto, forse un po’ troppo forzato a tratti, come se stesse cercando di imitarlo a tutti i costi, troppo inverosimile ci stacca troppo dalla realtà, però una delle interpretazioni più impegnate che ho visto fare all’attore.

Anche Penelope Cruz, non mi ha convinto nei panni della giornalista colombiana, Virginia Vallejo, che aveva avuto una storia con Pablo e che poi a scritto un libro, da cui appunto tra spunto il film. Sembra quasi che Penelope non sia mai entrata del tutto nel personaggio, lo vista un po’ distaccata da tutta la storia.

Personaggi davvero troppo deboli, quasi stereotipati, il film non ti da mai la vera sensazione di una storia vera ambientata in Colombia, si percepisce davvero troppo la finzione in tutti i passaggi del film.

Non era facile creare un film di una storia così lunga e per certi tratti davvero complicata, ogni parte sembra importante, ma così facendo perde tutto di forza, anche lo stesso Bardem.

Nel complesso sarei un bugiardo a dire che non è un bel film biografico, perchè è sicuramente di ottima qualità, però a me personalmente non mi ha convinto, non mi ha coinvolto come avrebbe dovuto fare, peccato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: