LA RAGAZZA DELLA PORTA ACCANTO: UNA COMMEDIA ANNI 2000 CON UN OTTIMO POTENZIALE

Recensione nel tempo di un caffè

La ragazza della porta accanto è un film del 2004 diretto da Luke Greenfield, una commedia romantica che cavalca un po’ l’onda, attiva in quegli anni, di american pie. Il film attira il pubblico giovanile con una trama particolare. Un ragazzo modello all’ultimo anno di liceo, pronto per la borsa di studio e che non sgarra mai, conosce la sua nuova vicina, una ragazza bellissima di cui si innamora subito, per poi scoprire che lei è un ex pornostar.

Mi ha subito incuriosito questa piccola log line della trama, ero curioso di vedere come avevano sviluppato la storia e devo dire che ha degli alti e bassi abbastanza evidenti. Uno dei difetti più grandi è proprio il rapporto tra i due protagonisti, interpretati da Emile Hirsch e Elisha Cuthbert, troppo veloce e troppo debole. Lui è abbastanza verosimile, si chiama Matthew ed è essenzialmente il classico nerd americano senza ragazze ed è normale che si innamori subito di lei, ma lei invece è un personaggio un po’ forzato, non si capisce come sia possibile un affetto così immediato verso quella persona, la storia cosi perde forza e credibilità.

La trama non è brutta, ha dei bei risvolti e coinvolge personaggi interessanti come quello interpretato da Timothy Olyphant nel ruolo di Kelly un giovane produttore pornografico. In se c’è anche una bella crescita dei personaggi, a tratti fa ridere e c’è anche un finale piacevole e per certi versi un po’ inaspettato. A differenza di quanto fa credere il film, non c’è molta volgarità, anzi tratta l’argomento con molto tatto, facendo sembrare il mondo del porno lontanissimo dal mondo reale come se fosse satana. Un po’ è così anche nella vita reale, ma forse il film è condizionato anche dagli anni in cui è stato prodotto. Il film gioca poco sul fattore imbarazzo che lei è una ex pornostar e la mette più sui sentimenti, lo fa anche bene, con dei bei dialoghi e monologhi e con il protagonista che cresce in modo credibile, ma il loro rapporto rimane debole e scialbo per tutto il film, non mi ha proprio coinvolto.

Pessimo anche il montaggio, molto confusionario e a volte quasi troppo amatoriale, alcune scene sono un po’ campate in aria, ma è anche vero che non si può pretendere molto da film del genere e con un basso budget. Attori abbastanza bravi nei propri ruoli, la regia adatta al genere ma nulla di che, per il resto è un buon film anche se ho visto sicuramente commedie migliori.

Mi è piaciuta l’idea iniziale, anche perchè è praticamente uguale ad una serie tv che avevo scritto senza sapere l’esistenza di questo film, sarebbe bello proporlo nuovamente, magari appunto per un serie tv, credo potrebbe cerare un po’ di curiosità e di risate, se fatta bene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: