INSATIABLE: UNA SERIE CHE NON SA BENE QUELLO CHE VUOLE

Recensione nel tempo di un caffè

Debby Ryan

Non è facile descrivere questa serie tv senza fare spoiler, perchè per rendere bene l’idea di cosa ti si pone davanti bisognerebbe fare un riassunto e una descrizione di alcune scene e situazioni che caratterizzano questa serie Netflix.

Premesso che la serie, dopo due stagioni è stata cancellata, voglio comunque portare avanti queste recensioni più complesse come piccola sfida personale, e comunque sono serie che per un motivo o per l’altro vi consiglio di guardare.

Insatiable vuole parlare di bulimia, di anoressia, e di come il mondo e la società del giorno d’oggi condizionano la vita e il carattere di certe persone. Lo vuole fare in modo ironico e soprattutto grottesco, con bizzarri concorsi di bellezza e personaggi un po’ assurdi ma divertenti.

Penso che questa serie passi da picchi di comicità apprezzabile e colpi di scena abbastanza interessanti a confusione e scene inutili talvolta esagerate e fuori contesto, l’obiettivo iniziale della serie che era anche ben impostato nella prima stagione sfuma e si perde nella seconda.

Davvero non si capisce più quale sia il contesto e l’obiettivo della serie, che dalla sua aveva l’idea e la scelta stilistica nella prima stagione, che ho travato davvero particolare e godibile.

Nella seconda stagione cambia un po’ di stile, esagera sempre con l’assurdo e complica la trama che rimane semplice, ma la complica nello sviluppo dei personaggi che perdona carattere e identità.

La costante fame di cibo che ha la protagonista si trasforma in qualcosa di più grande e violento, la prima stagione era perfetta da questo lato, perchè riesce a tenerti sulle spine tutto il tempo, perchè ti fa intuire che la protagonista potrebbe commettere qualcosa di brutto e violento che però non sembra poi mai arrivare realmente, ti mette il dubbio su chi sia veramente lei.

Però non c’è nulla da dire e da fare, nella seconda stagione si perde un po’ tutto, rimane un po’ la bellezza del contesto creativo e le battute di certe personaggi che in partenza erano scritti e caratterizzati molto bene.

Come sempre in questi casi è un po’ peccato perchè di per se, l’idea viaggiava bene sui suoi binari, pur essendo una serie un po’ particolare, è divertente e a volte ci fa anche riflettere a suo modo.

Ha quella giusta dose di Trash che la rende perfettamente incentrata in quel suo stile grottesco e la rende anche un prodotto un po’ diverso con cui passare i pomeriggi di pioggia guardando qualcosa di particolare e diverso.

La consiglio perchè comunque è bello buttarsi in generi e storie differenti, ed essendo come una serie che non aveva più molto da dire, penso la si possa guardare anche se è stata cancellata.

Ci sono personaggi e scene che ho trovato divertenti e molto piacevoli, per il resto è facile da guardare e secondo almeno la prima stagione merita davvero di essere vista, poi da come ho scritto, ovviamente non aspettatevi chissà che serie, però sono sicuro che per certi aspetti possa stupirvi.

Una opinione su "INSATIABLE: UNA SERIE CHE NON SA BENE QUELLO CHE VUOLE"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: